Quale autoresponder usare per il tuo business online?

Per qualsiasi business in cui ti trovi e crearti un’attività redditizia non potrai fare a meno di un autoresponder.

Avere un autoresponder è una condizione necessaria se vuoi guadagnare online.

Esso provvederà ad inviare delle mail automatiche ai tuoi contatti.
Potrai così attuare una strategia di email marketing. Guarda il grafico con le statistiche. Vedi se ne vale le pena attuarne una. E’ la strategia numero 1 per avere profitti maggiori. Per ogni euro speso te ne ritornano in media 40. Non male vero? E questa strategia la puoi applicare se hai un autoresponder.

guadagnare autoresponder

Pensa a che tipo di lavoro dovresti fare se non ne avessi uno. Dovresti rispondere ad uno ad uno, dovresti spiegare a tutti cosa fai, come lavori, quali sono i tuoi prodotti o servizi, dovresti fare assistenza continua ecc. Se il tuo business decolla dovresti assumere una segretaria o farti un lavoro mostruoso da solo. In quest’ultimo caso dovresti avere a disposizione più di 24 ore al giorno per riuscire a conciliare tutti i tuoi impegni lavorativi e non 🙂

Un autoresponder ti permette di lavorare da casa e farlo in modo automatico. Il tuo sito/blog può dirsi una macchina da soldi solo se tu hai delle persone che ti possono seguire, puoi contattare in qualsiasi momento e puoi creare una relazione costante con loro. Con l’autoresponder puoi catturare un visitatore ed inserirlo in una lista per poi contattarlo e proporgli i tuoi prodotti/servizi.  Se il tuo sito/blog o la tua strategia di marketing non prevede un autorisponditore stai perdendo la quasi totalità del traffico.

Se un visitatore atterra sulla tua pagina al 99% delle volte leggerà la tua pagina e se ne andrà. Difficile che torni. Ci sono milioni di siti sul web. Sarà per lui un’impresa ricordarsi del tuo sito. O magari si ricorda ma non ha idea quale sia l’url del tuo sito per provare a cercarti 🙂  Ogni visitatore perso è una potenziale vendita che perdi!

L’autoresponder ti permette di risparmiare un sacco di tempo e non hai bisogno di un ufficio o call-center per interagire con i potenziali clienti.

Attraverso l’autoresponder potrai gestire i tuoi contatti autonomamente. Esso provvederà a sostituirsi a te e a inviare messaggi al posto tuo. Una volta impostate le mail che vorrai mandare ai tuoi contatti esso le invierà quando lo decidi tu: puoi scegliere il giorno in cui inviarle, puoi scegliere l’orario, puoi scegliere l’intervallo di tempo tra una mail e l’altra, puoi inviare delle mail personalizzate che invierai in occasioni particolari come ad esempio una promozione, un messaggio di auguri, un sondaggio ecc.

L’autoresponder è uno strumento irrinunciabile. Ma quale autoresponder utilizzare?

Uno strumento valido potrebbe essere Mailchimp. 

lavorare da casa autoresponder

E’ un servizio gratuito e viene utilizzato per farsi le ossa. Non ti consiglio di cominciare a spendere i tuoi soldi ogni mese per avere un servizio di autoresponder prima di avere una lista di iscritti corposa. Se sei un novizio è normale che tu all’inizio non abbia una gran numero di iscritti. Per un basso numero di iscritti non ha senso adottare soluzioni a pagamento. La tua lista potrebbe rimanere molto scarsa per mesi prima che tu riesca a diventare un bravo imprenditore online e attirare iscritti in grande quantità.

Prima di avere un eccellente autoreponder dovrai pensare a queste cose:

1)Hai bisogno di portare traffico su quel modulo che i visitatori compileranno per iscriversi alla tua lista. Tanto traffico e mirato.
2) Hai bisogno di avere un prodotto da vendere alla tua lista. Sennò cosa la crei a fare? E’ giusto offrire del contenuto esclusivo e di qualità agli iscritti ma è giusto anche venire remunerato per tutto il tuo lavoro che stai facendo sul web.
3) Hai bisogno di uno strumento per concludere la vendita (telefono, videochiamate, una persona addetta alle vendite, pagina di vendita con un buon copywriting).
4) Hai bisogno di imparare a scrivere delle mail persuasive per spingere l’utente verso gli strumenti di vendita di cui sopra.

Prima costruisci il tuo sistema di vendita, solo dopo potrai (e dovrai) passare ad un autoresponder che faccia la differenza per il tuo business.

Non sai come portare un visitatore a desiderare i tuoi prodotti o servizi? Non sai come impostare una sequenza di email per generare profitti dai tuoi iscritti? Non conosci gli step necessari per creare una pagina di vendita coi fiocchi e controfiocchi?

Allora ecco la guida giusta per te, che ti spiega tutto nel dettaglio: http://emailmarketingtop.yolasite.com

Per cui all’inizio ti può essere sufficiente Mailchimp.

Con esso puoi creare infinite liste, puoi creare delle newsletter e mandarle alle singole liste, puoi importare i contatti dalle rubriche online, hai la possibilità di creare diversi template personalizzabili, puoi cambiare i colori e il testo. Non da sottovalutare il fatto che si adatta anche ai dispositivi mobili.

Sta di fatto che ad esempio i contatti che vorresti importare da una rubrica di google verranno aggiunti alla tua lista solo previa autorizzazione degli stessi.
L’altra pecca è che Mailchimp è un servizio di invio newsletter, ma non è un autoresponder nella sua versione base (quella free, attraverso la quale puoi avere fino a 2000 iscritti). Quindi non puoi programmare in anticipo quando inviare una mail.

Altra pecca di Mailchimp riguarda il carattere di email che puoi inviare. Ha grosse limitazioni che possono interferire con il tuo business. Esso non consente ad esempio di fare marketing di affiliazione, di promuovere supplementi nutrizionali, siti di trading, prodotti farmaceutici ecc.

Aweber

aweber imprenditore online

Questo autoresponder è largamente utilizzato da chi faccia business online, anche se sta perdendo un pò di terreno.

Con Aweber puoi mandare gli RSS tramite email. Il tasso della consegna delle mail è molto buono.  Ha la possibilità di creare diverse campagne e gestirle bene. Ha un ottimo strumento relativo alle statistiche (come le mail inviate, le aperture che ci sono state, i click sui link inseriti nel testo delle email). Ti permette di spostare un iscritto da una lista ad un’altra in seguito ad un evento (ad esempio se acquista qualcosa da te puoi spostarlo in una campagna di clienti già acquisiti. )

Di contro quando l’ho utilizzato sono stato otto giorni con il servizio inattivo per via degli attacchi hacker che ha ricevuto. Avere un servizio inattivo per un periodo di tempo superiore a due giorni è devastante per il tuo business. Pare inoltre che abbia dei problemi piuttosto frequenti con i provider italiani. Forse una dei limiti maggiori di Aweber è la mancanza di buoni elementi grafici  da inserire nelle mail (non che sia poi un gran male perchè devi sapere che alcuni servizi di posta elettronica catalogano automaticamente le email contenenti immagini come contenuto spam).

Resta comunque uno degli autoresponder di punta per il web marketing.

Getresponse

guadagnare da casa getresponse

Questo autoresponder si è evoluto nel tempo offrendo ciò che il mercato richiede. Non è un semplice autoresponder ma un insieme di strumenti per ottimizzare i tuoi guadagni.

Seppure non immediatissimo nel capirlo all’inizio (ma per chi già lavora con gli autoresponder non c’è questo problema) è il re del design grafico. Ha 500 template già pronti all’uso e non devi metterci le mani per ottenere una versione “responsive”. Le mail sono tutte ottimizzate per essere visualizzate nei dispositivi mobili e hai la possibilità di vedere le anteprime dei tuoi messaggi che verranno visualizzati nei display di tali dispositivi.

Questo è un fattore determinante per la scelta dell’autoresponder. Sappi che quasi l’80 % di chi riceve email vengono lette dal proprio smarphone e tablet, e ben 1 su 3 ha acquistato qualcosa tramite il proprio smartphone. E questa percentuale sembra destinana a salire. Quindi se le tue email non vengono visualizzate correttamente su questi dispositivi stai perdendo vagonate di potenziali iscritti e clienti!

Questo autorisponditore ti dà la possibilità di provarlo in modo del tutto gratuito per un mese. Una volta trascorsi 30 giorni potrai decidere di acquistarlo a 14 euro al mese oppure di chiudere l’account. Qui trovi il tutorial che ti spiega tutto nei dettagli, dalla registrazione a Getresponse fino all’invio delle tue mail.

Asso nella manica è la recente possibilità di inserire una landing page già integrata con una campagna Getresponse. Puoi crearla attraverso dei template già pronti che potrai editare come vuoi. Puoi inserire headline di vari colori, elementi grafici, sfondi personalizzabili, pulsanti di azione di vari tipi.

Ci tengo a sottolineare che non vi sono landing page che ottengono alte conversioni, ma è una discreta soluzione se non puoi permetterti di acquisire software che generano landing page spettacolari e molto efficaci come ad esempio Leadpages oppure Optimizerpress. 

Inoltre potrai creare dei moduli di iscrizione all’interno dei post. Ci sono molti formati disponibili, sia per le dimensioni sia per i template grafici. Inserire dei moduli alla fine dei tuoi post è un’ottima strategia che ti consente di aumentare considerevolmente il numero degli iscritti alla tua lista. Provare per credere!

Nell’ultimo periodo è stato finalmente inserito il sistema delle automazioni come avviene con Active Campaign. E’ molto importante questo sistema perchè ti permette di suddividere i tuoi iscritti in categorie in base alle azioni che hanno eseguito all’interno del tuo circuito di email inviate. Infatti è possibile inviare determimate email agli iscritti che adottano un “comportamento” piuttosto che un altro. Se ad esempio un utente non apre una tua mail Getresponse lo identifica e gli invia un altra email (magari ricordandogli di aprire la mail, o mandargli quella identica alla mail non letta ma cambiando l’oggetto). In questo modo vai ad assicurarti che i tuoi utenti abbiano una buona soglia di reattività e li si portano verso la fine del tuo funnel di vendita. E’ un sistema molto potente per alzare le tue conversioni di vendita.  Inoltre hai una funzione utilissima che ti permette di sapere esattamente cosa vogliono i tuoi iscritti: i sondaggi! Puoi creare sondaggi con domande aperte o chiuse, in modo da conoscere bene i tuoi utenti e proporgli prodotti o servizi ad hoc.

Active Campaign

autoresponder lavorare da casaAltro ottimo autoresponder è Active Campaign. Uno dei suoi difetti principali era la lingua. Infatti era interamente in lingua inglese. Ora però lo trovi tradotto in italiano (ma non completamente) e ti basterà andare sulle impostazioni e selezionare la lingua italiana. Questo autoresponder lo consiglio a chi ha già un pò di esperienza nell’email marketing. Un aspetto positivo è dovuto al buon conteggio degli iscritti. Infatti se un utente si registra in due liste separate create con Active Campaign viene conteggiato come unico utente iscritto, a cui è attribuito un unico record. Quindi puoi vedere ogni singolo dato e come ha interagito con le tue mail. E’ possibile anche raggruppare dei dati per la lettura di essi attraverso dei tag. E’ molto usato per creare delle automazioni in base alle azioni degli iscritti,andando a creare dei percorsi specifici attraverso i loro comportamenti. La cosa invece negativa di Active Campaign sono l’assenza di landing page (per cui dovrai per forza usare software esterni) e la mancanza di creazione di sondaggi.

Si può acquistare nella versione base, ma francamente è molto limitato nelle funzioni, meglio passare alla versione a pagamento che però ti costerà di più rispetto a Getresponse ma pagherai meno della versione a pagamento di Mailchimp.

Questo è tutto. Se ti è stato utile l’articolo non dimenticarti di ringraziarmi condividendo! 😉

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...